La falsa storia di stupro di The Rising Of The Shield Hero rispetto alla controversia di Vic Mignogna da parte dei fan statunitensi - Nessun indignazione in Giappone per l'anime di Tate no Yuusha no Nariagari, afferma il produttore di Kadokawa

Personaggi nellControversie separate ma correlate che coinvolgono l'anime The Rising Of The Shield Hero e il doppiatore Vic Mignogna hanno iniziato a intrecciarsi nella coscienza pubblica del mondo occidentale. Ma il Giappone è apparentemente molto al di fuori della guerra culturale americana. Credito foto: Kinema Citrus



Il produttore di Kadokawa Junichiro Tamura ha sollevato alcune sopracciglia occidentali suggerendo questo L'anime di The Rising Of The Shield Hero (Tate no Yuusha no Nariagari) non ha causato alcuna controversia in Giappone. Ma il dibattito sta ora assumendo una svolta completamente nuova dopo il suggerimento di alcuni fan degli anime secondo cui la storia di Shield Hero può essere paragonata al Vic Mignogna controversy questo è ora il discorso dell'industria degli anime in Occidente.

La storia dell'anime di Shield Hero è basata su una serie di romanzi leggeri dell'autore Aneko Yusagi e dell'illustratrice Minami Seira e l'inizio stesso della trama è in gran parte definito da scene che coinvolgono false accuse di stupro e schiavitù.

Attenzione: quanto segue contiene importanti spoiler riguardanti la trama dell'anime The Rising Of The Shield Hero.





Le scene di falsa accusa di stupro contenute nell'episodio 1 di The Rising Of The Shield Hero sono state fondamentali per l'impostazione della trama. Entrando in questo nuovo mondo, Naofumi viene immediatamente guardato dall'alto in basso per essere semplicemente uno dei Quattro Eroi evocati come Eroe dello Scudo. Nessun avventuriero è disposto a unirsi alla festa di Naofumi ad eccezione della bellissima Myne Sophia dai capelli rossi, che a quanto pare ha pietà di lui.

Ma Myne ha secondi fini e passa rapidamente dai sorrisi felici alle lacrime di coccodrillo mentre ruba le cose di Naofumi e poi lo incornicia per aver tentato di violentarla. L'insulto si accumula sulle ferite quando si scopre che il suo vero nome è la principessa Malty Melromarc ed è la figlia viziata del re Aultcray Melromarc XXXII, che la protegge dall'essere sorpresa nei suoi misfatti.

Le azioni di Malty sono la causa principale della personalità originale di Naofumi che si spezza, trasformandolo in un uomo oscuro e cinico disposto a usare gli schiavi per costruire il suo partito. La rabbia di Naofumi per i molteplici atti di imbroglio di Malty risveglia anche la serie di maledizione del suo scudo, che gli fa sperimentare livelli travolgenti di rabbia e odio diretti al mondo e ai suoi nemici.



Ora una persona amara guidata dall'odio, Naofumi non si fida di nessuno tranne che degli schiavi poiché sa che sono costretti a obbedirgli per magia. Anche l'impiego di schiavi è inevitabile a questo punto perché lo scudo di Naofumi gli impedisce di toccare un'arma, quindi richiede che altri combattano in modo offensivo per suo conto.

Ma ricorrendo alla schiavitù incontra Raphtalia, che arriva a provare compassione per Naofumi dopo che Naofumi ha mostrato gentilezza alla ragazza procione traumatizzata. Raphtalia non solo diventa la sua spada, ma lo aiuta anche sulla strada della guarigione emotiva.

Il produttore dellL'anime The Rising Of The Shield Hero adatta una serie di light novel di Kadokawa basata su un web novel. Credito foto: Kinema Citrus

Questa storia ha indignato alcuni nel mondo occidentale poiché la serie descrive una società matriarcale in cui le donne detengono il potere e usano false accuse di stupro per approfittare di uomini come Naofumi. Questa storia accade sulla scia dell'anime Goblin Slayer (vedi il nostro articolo su Goblin Slayer Stagione 2 ), che in modo simile utilizzava lo stupro come uno dei primi espedienti della trama, sebbene una volta stabilita l'ambientazione Goblin Slayer divenne in gran parte una storia dark fantasy / isekai con una sfumatura cinica.



Poiché la falsa accusa di stupro e la schiavitù sono elementi determinanti della trama, la scrittrice di Anime Feminist Caitlin Moore ha rifiutato di rivedere l'episodio 1.

'Non recensiremo la premiere di The Rising of the Shield Hero qui ad Anime Feminist', ha scritto Moore. 'Ho visto l'episodio ed è stato peggio di quanto avessi immaginato. Non ho mai visto una serie con una mentalità di vittima così profondamente radicata e misantropica ”.

Prime recensioni da Anime News Network ha anche martellato l'anime ei suoi personaggi. Ad esempio, Naofumi è descritto come 'già antipatico in modo casualmente misogino' perché nel primo episodio dell'anime vede la foto di una principessa e la descrive come 'una specie di troia'. Tuttavia, nella light novel, Naofumi fa questo commento perché la pagina del libro illustrato rivela che la principessa ha fatto gli occhi su tutti gli eroi ed era nota per aver dormito in giro. Dal momento che l'adattamento dell'anime ha omesso questa descrizione critica dal libro, cambia il modo in cui gli spettatori potrebbero pensare a Naofumi sin dall'inizio.

Nel complesso, le revisioni dell'ANN si sono concentrate sulle false accuse di stupro come base per fornire revisioni negative. Una valutazione era letteralmente 'brucialo e sale la terra' piuttosto che dare un numero.

'Rendere la caduta di Naofumi in disgrazia il risultato del suo partner Myne che lo accusa falsamente di stupro non è solo eticamente dubbio e inutilmente scoraggiante, è anche una narrazione pigra', ha scritto James Beckett. 'Ogni trucco del libro è impiegato per incorniciare Myne come un'esagerazione dell'arpia ambigua e promiscua che usa la sua bellezza per attirare gli uomini verso il loro destino, e Naofumi è l'innocente uomo qualunque che viene punito per essere troppo fiducioso, giustificando così l'odio e la misantropia che lo segue. Non è solo un cliché, è una fantasia di persecuzione che viene spesso propagata dagli uomini per giustificare i maltrattamenti e la sfiducia delle donne. Sarebbe sciocco dire che nessuno ha mai accusato falsamente un altro di aggressione, ma il fatto è che la società più spesso lo fa non prendere sul serio le accuse di aggressione e spesso punisce le vittime per averne parlato. La situazione è così grave che la maggior parte delle vittime sceglie di non denunciare la violenza sessuale, perché si presume che verranno ignorate o molestate ulteriormente ”.

Lo scrittore di ANN Nick Creamer ha dedicato una parte significativa della recensione a coinvolgere l'autore per presunte motivazioni negative nei confronti delle donne.

'Inquadrare uno spettacolo attorno a una falsa accusa di stupro non crea automaticamente una storia terribile, ma potenzialmente fornisce un indicatore della provenienza dell'autore. Sebbene alcuni autori siano più trasparenti nei loro tentativi di commento sociale rispetto ad altri, ogni scelta che uno scrittore fa porterà con sé un inevitabile bagaglio del mondo reale. Una falsa accusa di stupro non è sempre la scelta sbagliata, ma è sempre una scelta pesante che si basa molto sul contesto. Esistiamo in un mondo in cui gli stupri sono incredibilmente sottostimati, le donne sono costantemente svergognate e attaccate per aver riconosciuto gli abusi contro di loro, e le false denunce di stupro sono una minuscola aberrazione statistica, ampiamente oscurata dal numero di aggressioni che non vengono affatto denunciate. Considerato tutto ciò, la premessa di Shield Hero sembra, nella migliore delle ipotesi, una scelta di storia sorda e un indicatore dei sentimenti dell'autore nei confronti delle donne nel peggiore dei casi ', ha scritto Creamer. 'Nel contesto, la premiere di Shield Hero ha fatto ogni cosa immaginabile in suo potere per comunicare che questo era il secondo caso. Ma questo autore non è solo arrabbiato con le donne: la sua amara paranoia si estende praticamente a tutti quelli che lo circondano. '

Creamer presume che l'autore debba essere un uomo in base al contenuto della storia, ma tale convinzione non è stata confermata. I creatori giapponesi spesso mantengono le loro identità anonime e le loro vite personali segrete, ma entrambi i file autore di romanzi leggeri e il illustratore alcuni credono che siano donne in base al fatto che i loro pseudonimi sono femminili. Per l'adattamento manga di Shield Hero, anche Yusagi ha collaborato con Aiya Kyu , che è anche elencato come una donna da molti siti.

Tuttavia, lo scrittore di ANN Kim Morrissy ha scritto su di lei blog personale che Aneko Yusagi (che letteralmente si traduce in 'Older Sister Bunny') 'non è affatto un nome giapponese comune' e poiché è scritto in katakana è probabilmente solo uno pseudonimo. Oltre all'incertezza sull'identità dell'autore, Morrissy afferma che il sesso dell'autore non ha importanza.

'Ora, indipendentemente dal fatto che tu creda che l'eroe di The Rising Of The Shield sia sessista, il genere dell'autore non ha nulla a che fare con il contenuto stesso. Poiché le donne possono essere sessiste (proprio come gli uomini possono essere sessiste), affermare che Aneko Yusagi è una donna non è una confutazione convincente all'affermazione. Non ha senso parlare del genere dell'autore in una discussione puramente sulla storia stessa ', ha scritto Morrissy. In una nota simile, il fatto che il sesso dell'autore non sia ufficialmente confermato significa anche che è anche ingiusto affermare in modo definitivo che Aneko Yusagi è un uomo. ... [I] Se vedi qualcuno fare supposizioni sul genere e sulla prospettiva dell'autore basate esclusivamente su congetture intorno alla storia, come 'Questo ragazzo deve odiare le donne', allora per favore ricorda loro che stanno andando troppo lontano. '

Sebbene alcune recensioni sugli anime siano state estremamente negative, le recensioni dei fan degli anime sono state per lo più positive, con il Punteggio MyAnimeList essendo superiore alla media. Inoltre, c'è stata una reazione contro le recensioni negative che si concentrano sulle false accuse di stupro.

Bounding Into Comics afferma che `` non dovrebbe sorprendere che la comunità della giustizia sociale sia in armi per l'uso di una falsa accusa di stupro come punto della trama nell'anime The Rising of The Shield Hero di Crunchyroll '' poiché `` gran parte del vetriolo contro cui vediamo questo nuovo anime è il suo uso di quella che sembra essere una vacca sacra per il movimento SJW [Social Justice Warrior]. L'uso di una falsa accusa di stupro mina quella che alcuni vedono come un'arma politica usata dal moderno movimento SJW '.

Un giocatore arrabbiato ha aumentato la controversia affermando: 'Apparentemente i principali siti web di recensioni di anime in Occidente sembrano essere gestiti da persone che odiano gli anime'. Il sito ha evidenziato molteplici casi di vita reale relativi al 'danno di false accuse di stupro' e ha affermato che era sbagliato 'trascurare' tali incidenti.

'Forse è un perfetto incapsulamento di ciò che è il femminismo oggi: un movimento disumano volto a punire gli uomini anche quando sono innocenti', ha detto il sito. 'Ci vuole un certo livello di malevolenza e misantropia per respingere atti atroci di natura così vile, e affermare che sottolineare il danno di false accuse di stupro è' sbagliato '. Sottolinea la crudeltà dei Guerrieri della giustizia sociale; non sono umani e la loro lotta è portata avanti per qualsiasi cosa tranne che per la giustizia '.

Vic Mignogna ha sparato da Rooster TeethLa controversia su Vic Mignogna ha portato la cosplayer Jessie Pridemore a mandare in onda accuse di stupro apparentemente legate al famoso doppiatore Todd Haberkorn. Anche altri famosi doppiatori e attrici hanno valutato le accuse contro Mignogna. Credito foto: Vic Mignogna / Funimation

L'anime Rising Of The Shield Hero è diventato popolare in un momento in cui il movimento #MeToo è cresciuto e la controversia su Brett Kavanaugh continua a ruotare nella politica americana. Anche la stessa industria degli anime è stata recentemente scossa da accuse in merito doppiatore Vic Mignogna . La questione era se Mignogna avesse torto ad abbracciare e baciare persone, comprese le ragazze minorenni, senza il loro consenso.

Mentre la controversia è iniziata inizialmente con un singolo tweet di una non celebrità, le fiamme sono state alimentate da Anime News Network e altri siti di notizie che hanno pubblicato rapporti speciali. evidenziando le accuse contro Mignogna. Questa controversia è stata estesa quando Mignogna è stata pubblicamente accusata di cattiva condotta sessuale dalla cosplayer Jessie Pridemore e poi da molte altre donne tra cui Jamie Marchi e Monica Rial (doppiatrice per Bulma in Dragon Ball). Alla fine, Mignogna (che è meglio conosciuto per il suo ruolo di Edward Elric in Fullmetal Alchemist e Broly in Dragon Ball Super: Broly ) è stato licenziato sia da FUNimation che da Rooster Teeth per le accuse.

In relazione alle accuse contro Mignogna, Pridemore ha anche accusato un altro doppiatore senza nome di violentarla. Todd Haberkorn (che è meglio conosciuto per il suo ruolo di Natsu Dragneel in Fairy Tail) ha pubblicamente affermato di essere il doppiatore accusato di stupro, ma nega le accuse e afferma che 'si sono impegnati in un'intimità consensuale e adulta: il sesso'.

Haberkorn afferma anche che Pridemore gli ha sollecitato il sesso regolare dopo il primo incontro. Inoltre, ha fornito presunte prove sotto forma di screenshot di registri di chat che presumibilmente hanno mostrato che Haberkorn e Pridemore hanno mantenuto una relazione amichevole dopo il primo incontro sessuale. Adam Sheehan, ex Senior Marketing Manager di FUNimation, è stato un testimone di questi eventi e ha confermato l'account di Haberkorn, ma afferma anche che '[t] suo riguarda Todd che salta sul post molto coraggioso di Jessie su Vic quando non è stato nominato in esso salva la sua stessa pelle.

ist Nick zurück auf Geisterabenteuer

Con Pridemore disposto a diventare pubblico, Marchi ha anche detto: 'Sono con le vittime'. Descriveva Mignogna mentre le prendeva la testa per i capelli e poi le sussurrava qualcosa di 'di natura sessuale', anche se non 'ricorda quello che ha detto nello specifico'.

Marchi afferma di non aver denunciato l'incidente quando è accaduto perché 'rischiare di essere inserito nella lista nera dal mio lavoro e dalle convenzioni semplicemente non ne sarebbe valsa la pena' in quel momento. Afferma di essersi sentita obbligata a parlare 'perché non ho nemmeno pensato a questo evento fino a quando non mi sono reso conto che altre donne avevano vissuto la stessa cosa'.

Il 21 gennaio 2019 Mignogna ha risposto alla polemica iniziale di rilasciare una dichiarazione su Twitter. Il 10 febbraio 2019, Mignogna ha risposto alle nuove accuse di twittando , 'Per favore ricorda ... ci sono sempre due lati di ogni storia.'

Alcuni fan di Mignogna si sono radunati intorno a lui, chiedendosi se le molteplici accuse siano false. In risposta all'hashtag #KickVic, hanno avviato un contro-hashtag #IStandWithVic. Alcuni sostenitori del Mignogna addirittura affermare che Rial ha un vantaggio finanziario per aver fatto le sue accuse.

Con entrambe le controversie su Shield Hero e Mignogna che hanno guadagnato notorietà nello stesso lasso di tempo, molti fan che lo supportano sono ora iniziati collegando i due , confrontando le accuse contro il doppiatore con la trama dell'anime - con alcuni suggerendo Mignogna sarebbe stato in grado di relazionarsi al personaggio principale di Shield Hero Naofumi e a quello che ha passato.

https://twitter.com/DarkRyu360/status/1094687173289246720

Con questo recente background in mente, forse è più facile capire perché alcuni nel mondo occidentale troverebbero sorprendente che i giapponesi non vedano l'anime The Rising Of The Shield Hero come controverso. Ma questo è esattamente ciò che afferma il produttore di Kadokawa Junichiro Tamura.

Avendo lavorato su Bungo Stray Dogs, Chio's School Road e la serie Prisma Ilya in passato, Tamura è responsabile del lancio dell'anime Shield Hero basato su un suggerimento di Crunchyroll. È stato coinvolto in un recente Reddit Chiedimi qualsiasi cosa quando gli è stato chiesto, 'Shield Hero ha parecchie opinioni controverse. In che modo questa produzione sta affrontando la risposta che ne risulta? '

'Non ci sono state controversie riguardo alla serie in Giappone, quindi è difficile dirlo', ha risposto Tamura. 'Nel caso in cui ci fossero controversie a livello nazionale, cercheremo di risolvere tutti i problemi con il personale e le persone coinvolte per offrire ai nostri clienti un prodotto migliore la prossima volta.'

Allo stesso modo, un altro utente di Reddit ha chiesto: 'Pensi che gli studi continueranno a produrre prodotti anime di qualità anche se potrebbero essere visti come diversi o controversi in Occidente?' Tamura ha risposto: 'Noi in Giappone non vediamo questi anime come controversi, quindi continueremo a produrre più contenuti come Shield Hero'.

In risposta a queste risposte di Tamura, gli utenti di Reddit sono stati soddisfatti, con alcuni rivendicando 'i maiali che se ne lamentano sono abbastanza arroganti da proiettare i loro problemi nel resto del mondo.' Un altro disse , 'Meno l'anime presta attenzione alla cultura dell'oltraggio occidentale, meglio è.'

'Grazie. Per favore ignora chiunque stia reclamando oltraggio, sono bugiardi, ' ha scritto un utente Reddit di nome Revofire. 'Non parlano per la folla degli anime. Noi amore questo spettacolo e spettacoli simili. Tieniti forte, hai il nostro sostegno. '

La piattaforma di streaming anime Crunchyroll fa parte del comitato di produzione anime per l'anime The Rising Of The Shield Hero. Quindi, quando Crunchyroll News segnalato su Reddit AMA di Tamura, alcuni utenti di Crunchyroll hanno ritenuto degno di nota il fatto che il rapporto 'non condivideva la risposta [di Tamura] alla sua reazione riguardo allo spettacolo come una controversia in occidente' con altri che affermavano '[i] è abbastanza indicativo che hanno ignorato quella domanda che in realtà fa notizia e ha scelto invece tutte le domande noiose generiche. '

'[Tamura] ha letteralmente affermato che non era nemmeno una controversia in Giappone, e promette anche ai suoi fan che il Giappone continuerà a pubblicare anche spettacoli come Shield Hero', ha scritto dknewza6412. 'Strano come i media stiano cercando così duramente di ottenere quelle entrate dagli annunci per ottenere clic sui loro articoli facendo clic sulle persone facendogli credere di essere dalla parte della giustizia quando sono davvero dalla parte del male'.

Un altro utente di Crunchyroll chiamato REDubon ha sottolineato che '[f] concentrarsi sulla sensibilità occidentale sarebbe una pessima decisione commerciale poiché rischierebbe di alienare il loro pubblico principale [in] Asia'.